Underpainting cos’è e perchè si usa

Un underpainting può essere usato sia come una semplice guida chiaroscurale, sia come parte integrante del dipinto finale. Se si decide di usarlo come una guida tonale, l’underpainting non sarà visibile negli strati successivi e servirà soltanto per guidare l’artista nella fase vera e propria del dipingere a capire quali zone sono scure quali chiare, ed equivale ad avere una versione disegnata e ombreggiata del quadro solo che eseguita con la pittura. Se si decide invece di far diventare l’underpainting parte integrante del quadro, allora esso sarà visibile a fine dipinto e sarà usato per scindere il problema del colore dal problema del chiaroscuro del soggetto da rappresentare. Tipico underpainting di questo genere è la grisaglia (una versione dipinta in bianco e nero del quadro) sulla quale verrà applicato del colore trasparente o semitrasparente in modo da lasciar intravedere i rapporti tonali della grisaglia, ma allo stesso tempo dare colore, che sarà più denso e opaco nelle luci e mantenuto sempre trasparente nelle zone d’ombra. Un altro tipo di grisaglia è creata partendo da un underpainting fatto con terra bruciata, per rappresentare solo le zone in ombra e da bianco, per modellare le zone in luce. Differisce dalla pura grisaglia, in quanto la grisaglia è tutta opaca e non lascia trasparire il fondo. Esiste anche il verdaccio, che altro non è che una grisaglia dalla tinta verde, utile per rappresentare ritratti in quanto il verde, essendo complementare del rosso creerà delle tinte più realistiche.

Tell your friends!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *